La storia del Centro Muni Gyana di Palermo si è sviluppata grazie all’operato di tanti, in maniera particolare ci piace ricordare la storia dei nostri Direttori e delle nostre Direttrici i quali hanno contribuito allo sviluppo della nostra comunità e della realtà che è oggi il Centro. Difficile racchiudere quello che è stato lo sviluppo quotidiano del nostro centro negli ultimi 30 anni, ma dietro ogni racconto c’è un pezzo di storia della nostra comunità

64555819_1409920965815029_6136031935400509440_n

Lucia Geraci

dal 2010 al 2019

Questi nove anni sono stati un periodo ricco di eventi significativi per la vita del Centro in cui dalle difficoltà iniziali di ritrovarsi in una palestra (offerta grazie alla generosità di un nostro socio) e avere solo degli incontri saltuari, si è poi passati all’avere nuovamente una sede nel centro di Palermo, e in seguito all’assegnazione di  un bene sequestrato alla mafia in un magnifico posto sul promontorio di Pizzo Sella che ha offerto e offre ancora la possibilità di svolgere tante attività, il tutto coronato dagli insegnamenti dei nostri maestri che hanno raggiunto il loro culmine con la visita di Sua Santità il Dalai Lama e la visita di Lama Zopa Rinpoche il quale ha donato con immensa generosità gli Stupa posti presso il nostro centro.

Vincenzo Scaglione

dal 2009 al 2010

Dopo tanti anni passati al Centro Muni Gyana, gli incontri con i tanti maestri, mi ritrovavo a ricevere la nomina di Direttore del Centro. Era un periodo molto difficile per la nostra comunità, alcuni debiti non ci permettevano di avere una nostra sede. Decisi grazie al supporto dei tanti soci di non interrompere le attività, anche se ospiti in varie palestre abbiamo ricevuto i preziosi insegnamenti di diversi maestri. Ricordo Tulku Gyatso, anche se molto anziano ci ha fornito tanti e preziosi insegnamenti poco prima di lasciare il corpo. Praticando e lavorando settimanalmente siamo riusciti a risollevare le sorti del nostro centro nella speranza di ritornare ad avere una sede nel centro di Palermo.

1185933_332038696942220_666303744_n
IMG_RO CON RIMPOCHE

Rosanna Giordano

Dal 2000 al 2009

La nomina inattesa di direttore del Centro Muni Gyana è stato un indubbio privilegio che ha permeato
profondamente la mia vita.
Nonostante cio’ non rientrasse nei miei progetti, e superato il primo momento di “ incertezza” ,ho vissuto
con gioia, anche se non sempre senza sforzo, questa particolare esperienza e grande opportunita’ di crescita personale.
Durante gli anni del mio impegno, i nostri meravigliosi ed instancabili Maestri, i pienamente qualificati Monaci ed insegnanti, i generosi sponsors ed il continuo e laborioso supporto delle persone vicine al Centro, hanno contribuito in modo significativo alla sua ulteriore crescita.
Grazie alla perseveranza ed all’impegno di tutti, il Centro Muni Gyana ha via via acquisito sempre maggiore visibilita’, aprendosi alla citta’, all’Amministrazione Comunale, a nuove realta’ e collaborazioni con altre
Associazioni non solo di carattere spirituale, condividendone i principi di base, di pace universale, di rispetto dei diritti umani.
Nel corso degli anni oltre alle costanti attivita’ specifiche e consuete di insegnamenti di Dharma , di Corsi di meditazioni, ci si è impegnati anche nella realizzazione di eventi , consentendo ad un ampio numero di
persone di entrare così in contatto con il Dharma.
Tra questi mi preme ricordare il “ Relic Tour” (l’esposizione di preziose Reliquie di Maestri realizzati, in tour internazionale), che ha registrato un elevatissimo numero di visitatori, e la celebrazione del Vesak
Nazionale affidata al Muni Gyana dall’U.B.I.
Sono profondamente grata a Lama Zopa Rinpoche per questo dono e per tutto quello che da questo ne è derivato.

Maria Pirrotta

Dal 1997 al 2000

Sono arriva al Centro Muni Gyana dopo aver partecipato ad una conferenza di  Tulku Kirti Tshensab Rimpoce presso la facoltà di lettere. Sono stata sempre affascinata dall’oriente e dal Buddhismo , così visto che Rimpoce si tratteneva a Palermo per un paio di giorni decisi di andare a  visitare il Centro. Si trovava in pieno centro storico a Piazzetta delle vergini era bellissimo uno  “spaccato” di  Tibet a Palermo per odori ,colori  e tradizioni, ad accogliermi fu la  dolcissima monaca residente la Venerabile Lucia Bani che era arrivata da Pomaia,  per sostenere il centro con delle attività settimanali. Iniziaì a praticare la meditazione e il gruppo di studio. Era il 1996 il Dalai Lama veniva a Palermo!Rimasi “incantata” dalle sue parole dal suo impegno e dalla sua serenità. L’incontro con il mio Maestro Gesce Ciampa Gyatzo è stato determinante per il mio percorso . Maestro indimenticabile ; uomo  grande umiltà , compassione ,   dolcezza e saggezza credo che nessuno di noi che l’abbia conosciuto possa dimenticare il suo sorriso e la sua sonora risata che in un momento ridimenzionava tutti i problemi  . Il centro divenne presto la mia seconda casa chi lo frequentava i miei amici: il Sanga . in quel luogo di pace : ascoltavamo insegnamenti, metitavamo , studiavamo, facevamo ritiri, vedevamo film , ed organizzavamo  cene sociali . Nel 1997 arrivò la nomina di direttrice: Una grande responsabilità pensai !!!  però avere la consapevolezza  di essere di aiuto in un centro di Dharma ed il sostegno del Sanga mi fecero volare a Pomaia insieme alle ex direttrice Marianna Pampalone  ed a Francesco Saputo  , per programmare le attività annuali  del Centro. Sono stati anni dove ho avuto la possibilità di ascoltare numerosi insegnamenti di ospitare spesso Gesche Ciampa  Gyatzo ed un giovane Lama che al tempo non parlava il’italiano Gesche Tenzin Tempel. Numerosì sono stati i corsi ospitati anche di psicologia  condotti dal praticante dottor Vincenzo Tallarico. Il centro Muni Gyana incontrava anche la città di Palermo partecipando a conferenze interreligiose , collaborando con altre associazioni e  partecipando a marce per la pace . Nel 1999 molti di noi andammo a Milano per ascoltare gli insegnamenti di sua Santità altra esperienza indimenticabile di condivisione.   Purtroppo la bella  sede di Piazzetta delle vergini non era più idonea ma non  c ‘erano possibilità economiche per pagare un nuovo affitto , così grazie alla generosità di un nostro socio Renato Emmanuele il centro venne ospitato presso casa sua . I periodi di difficoltà ci sono stati ma non sono minimamente paragonabili ai momenti di gioia di unione di condivisione e di crescita che abbiamo  ricevuto.

 

Nadia Speciale
dal 1996

Mi interessavo fin da piccola di filosofia orientale e di psicologia.
L’approccio al Buddhismo viene però conseguentemente al mio lavoro per l’associazione Italia – Tibet, lavoravo tanto per i Diritti Umani in Tibet.
La svolta interiore avviene a Rimini in occasione degli insegnamenti di Sua Santità il Dalai Lama.
Era il 1994 ed ero stata invitata dall’allora Direttore del Centro al quale mi ero avvicinata con lo scopo di approfondire il lavoro nel sociale, forte era il senso di ingiustizia per la violazione dei Diritti Umani in Tibet.
Qualcosa cambia in me, matura la consapevolezza della devozione, dell’amore verso il grande Maestro che avevo visto e ascoltato.
Continuo a lavorare per i Diritti Umani in Tibet, era il 1996 e mi trovavo in riunione con Massimo Stordi ed altri, si parlava delle tappe di un viaggio del Dalai Lama in Italia, alcune destinazioni erano incerte, si stava cercando di aggiungere una regione, una città. Istintivamente e senza minimamente soffermarmi su alcun particolare relativo all’organizzazione di un tale evento ho pronunciato convinta e motivatissima : Palermo!
Ho dovuto ricorrere al Sindaco dal quale ho avuto carta bianca e tanto carico sia emotivo che di lavoro, ne ho parlato con Massimo Stordi , che mi comunicava l’uscita del Direttore del Centro
proponendomi l’incarico che accettai. E’ stato un lavoro molto intenso, ne ha beneficiato il Centro e la città di Palermo tutta, il Dalai Lama presentò la sua conferenza sui Diritti Umani e l’attore Richard Gere, che lo affiancava, la sua mostra fotografica sul Tibet.
Il cammino verso la devozione è un cammino obbligato, non esistono le coincidenze, sono grata tutti i giorni per quello ci arriva e per ciò che i Maestri fanno per noi.

G.Carlini è stato direttore del Centro Munì Gyana nel 1993 per un anno circa.Ha lavorato instancabilmente per organizzare il Centro che per la prima volta aveva cominciato ad operare nel centro storico di Palermo dopo i primi anni di presenza fuori città
Ha dato vita ad un centro accogliente ed organizzato sforzandosi di mettere in pratica i consigli di Lama Zopa che ci ha fatto il grande dono di venire nella nostra casa per benedire i nostri animali. Nonostante la sua impulsività ha affrontato con grande pazienza e generosita le difficoltà anche economiche che si sono presentate.
Non dimenticheremo la sua la sua gentilezza nei confronti di tutti ed il suo impegno nel rendere il Centro un luogo di accoglienza ed  di meditazione oltre che di pratica spirituale.

giuseppe carlini
10 GENNAIO

Fabio Gariffo e Marianna Pampalone
dal 1990 al 1996

Un luogo, una data: Pomaia, Istituto Lama Tzong Khapa. 

15 giugno 1990, primo giorno del nostro viaggio di nozze.

Visitiamo quel luogo che conoscevamo solo in foto e in quell’ambiente di pace e tranquillità una monaca ci regala il libretto Il Dalai Lama ci parlaCurioso il fatto che in occasione del nostro venticinquesimo anniversario saremo proprio lì, ad ascoltare gli insegnamenti di Sua Santità. Scopriamo quindi dell’esistenza di un Centro a Palermo, il Muni Gyana che, una volta tornati, ci affrettiamo a visitare. In quella casa privata di Mondello ascoltiamo la recitazione del Sutra del Cuore. È un colpo di fulmine! Dopo pochi giorni il Ven. Ghesce Ciampo Gyatzo darà insegnamenti sui Tre aspetti Principali del Sentiero e col suo sorriso e la sua umiltà conquisterà il nostro cuore e la nostra mente, avviandoci nel sentiero buddhista.

Circa un anno dopo all’ILTK di Pomaia arriverà il Ven. Lama Zopa Rimpoce, che abbiamo la fortuna di incontrare e che ci appare subito come un maestro speciale, unico. In quell’occasione Rimpoce decide di accettare la richiesta della direttrice Elia di far visita in ospedale al compagno e co-fondatore Rodolfo, soggiornando per qualche giorno a Palermo. Senza alcuna esitazione partiamo da Pomaia con lui, il suo attendente Ven. Roger e pochi altri. Stare a stretto contatto con Rimpoce ci trasformerà e renderà quell’esperienza un ricordo indelebile!  In quell’occasione Rimpoce chiede a Marianna di assumere la direzione del Centro insieme a Giuseppe Carlini. Allora ventitreenne e ignara di ogni aspetto gestionale di un centro di Dharma, viene spinta ad accettare dal solo pensiero di potere offrire un servizio a quello stra-ordinario maestro. Dopo un paio di anni subentrerò a mia moglie Marianna, rimanendo come direttore fino al 1996. Quando la sede si trasferirà a Piazzetta delle Vergini, in pieno centro storico, riusciremo ad avere anche un monaco italiano residente. Nonostante le difficoltà logistiche di vivere a Marsala, grazie alla partecipazione attiva di tutti i soci, riusciamo in quegli anni a   svolgere assiduamente attività di studio e meditazione e a ospitare grandi lama come Ghesce Yesce Tobden, Kirti Tshensab Rimpoce, Ribur Rimpoce e lo stesso Lama ZopaL’obiettivo era chiaro: rendere il Centro una piattaforma che trasmettesse la profondità e preziosità degli insegnamenti del buddismo tibetano rendendoli “vivi” e integrati nella freneticità della vita quotidiana occidentale. Guidati da una salda devozione e da una chiara motivazione, abbiamo cercato di dare al meglio il nostro contributo – nell’ottica dell’interdipendenza – allo sviluppo di quella meravigliosa realtà che è oggi il Muni Gyana.

 

 

Rodolfo Bajardi ed Elia manto

Il Centro buddhista Muni Gyana è stato fondato nel 1990 da Lama Thubten Zopa Rinpoce, grazie al desiderio e alla determinazione di Rodolfo Bajardi ed Elia Manto.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi